• Lavoro e Sicurezza
  • Spaccavento

Oumuamua, il viaggiatore interstellare

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter  
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Identificato per la prima volta asteroide proveniente dall'esterno del nostro sistema solare

Il primo visitatore interstellare del sistema solare mai scoperto è un asteroide rossastro. È stato chiamato Oumuamua (nome ufficiale 1I/2017 U1) e ha una forma affusolata, della lunghezza di almeno 800 metri, con un raggio medio di 80 metri.

Lo ha scoperto un gruppo di astronomi dell'Institute for Astronomy di Honolulu, dell'Eso e dell'Esa, come descritto in un articolo pubblicato su Nature.

A differenza dei circa 750mila asteroidi o comete conosciuti, Oumuamua ha un'orbita che farebbe pensare a un corpo proveniente dall'esterno del nostro sistema solare.
Stando alle stime, un asteroide interstellare dovrebbe attraversare il sistema solare interno circa una volta all'anno. Si tratta di corpi deboli e difficili da rilevare, quindi finora mai identificati. Stavolta è andata diversamente, grazie al telescopio Pan-Starss 1, installato sull'isola di Maui, nelle Hawaii. E Oumuamua è, infatti, un nome hawaiano, tradotto con "messaggero".

Gli scienziati, inizialmente, avevano pensato a una cometa. Ma Oumuamua durante il suo avvicinamento al Sole, alla velocità di circa 95.000 chilometri all'ora, non produceva alcuna coda - a differenza, appunto, delle comete. Stando alle successive osservazioni, sarebbe composto da rocce o metalli, e ha una superficie scura e arrossata, a causa dei raggi cosmici assorbiti nel corso di milioni di anni.

Secondo i calcoli, l'oggetto avrebbe vagato per la Via Lattea per centinaia di milioni di anni, prima di incontrare per caso il nostro sistema solare.

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter