L’islam moderato ? Non può esistere o resistere a lungo. L’islam è potere religioso arcaico e oscurantista. Differenza incolmabili tra cultura occidentale ed islamica.

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter  

In pieno medioevo, il tredicesimo secolo vide la definitiva ed irreversibile separazione del pensiero filosofico dell'islam dal resto del mondo civile. Questa separazione ha portato all'islam di oggi, con tutte le sue innumerevoli diversità incolmabili con il resto del mondo civile contemporaneo e tutti i problemi di aggressione continua della civiltà giudaico cristiana che i musulmani periodicamente gli rovesciano addosso da secoli .
Secondo la immutata arcaica visione del mondo dell'islam, l'unica verità è nel corano. Agli occidentali fa sorridere quando al giorno d'oggi in tutte le moschee del mondo civile viene ancora professata questa infantile visione. I filosofi ed i pensatori del mondo musulmano disprezzavano un tempo l'occidente. Lo fanno ancora oggi con immutata irremovibile religiosità e venerazione in tutte le moschee. Non mancano di offendere il mondo occidentale e di diffondere la preparazione della soppressione della sua cultura.
La civiltà occidentale, per intenderci quella giudaico cristiana, basa il suo vivere civile in conseguenza di una serie di accadimenti storici del tutto estranei e sconosciuti all'Islam. In breve si può riassumere le diversità delle due culture a partire dal medioevo esattamente tra il 1200 ed il 1300 in questo modo:
Occidente
Tredicesimo secolo
Umanesimo
Nuovo Umanesimo
Rinascimento
Illuminismo
Rivoluzione francese
Separazione potere laico da quello religioso
Dichiarazione dei diritti universali dell'Uomo e della donna
Carta dei diritti dell'uomo del terzo millennio
Riconoscimento del pianeta e di tutte le sue forme di vita come entità giuridica vivente
Incitazione alla violenza quale reato contro l'umanità.
Cultura del perdono e della tolleranza
Libertà
Uguaglianza
Fratellanza
Solidarietà
Dignità dell'uomo e della donna
Pacifismo ecc..
Islam
Nuovo umanesimo : nessuno
Rinascimento : nessuno
Illuminismo : nessuno
Rivoluzione francese : nessuno
Separazione potere laico da quello religioso : nessuno. (Le massime cariche di potere nell'islam sono sempre e solo quelle religiose )
Cultura del perdono e della tolleranza : nessuna
Pacifismo : nessuno
Islam moderato : assente, storicamente e modernamente
Diffusione della cultura dell'odio, della sopraffazione, dell'imposizione del corano quale unica verità,ecc..

In conseguenza di ciò l' occidente vuole misurare e verificare per verità, tutto ciò che ci circonda con l'ausilio di matematica, fisica, astronomia, medicina, biologia o qualsiasi altra scienza esistente che dimostri il reale al di la di ogni credo religioso. In occidente devono esser dimostrati veri i fenomeni dell'intero universo e le leggi che lo governano. Tutto ciò che è vero non è altro se non la diretta conseguenza specifica di precise leggi che la scienza ci svela incessantemente, fenomeni naturali che governano l'universo.
Innumerevoli documenti del medioevo testimoniano invece, che i dotti dell'islam criticavano negativamente la cultura occidentale per la loro mania di misurare tutto e la loro empiricità e ricerca continua della verità che deve essere verificata e misurata continuamente.
Per loro e per i musulmani di oggi, l'unica verità era ed è, solo quella scritta nel corano.
Il corano pretende la fede assoluta e come tutte le religioni esistenti, vuole per forza che si creda a dei fatti basati sulla testimonianza frutto del pensiero non verificato detto da un altro.
Si è giunti a tale divario come accennato per gli eventi storici accaduti in occidente elencati prima, purtroppo mai verificatesi nel mondo islamico .
Dobbiamo partire dall' umanesimo se vogliamo capire.
A un certo punto nell'occidente nella storia del pensiero, dell'arte e della letteratura, arriva un periodo convenzionalmente stabilito tra gli ultimi decenni del sec. XIV e la fine del sec. XV, caratterizzato da un rinnovato fervore per lo studio dell'antichità, che si esplica in una intensa attività filologica, e motivato da una accentuata consapevolezza della posizione privilegiata dell'uomo nel mondo della natura chiamato umanesimo. Alla fine del XV e nel XVI secolo in Europa appare un nuovo umanesimo che porta forti critiche al credo religioso cristiano . Con la scoperta ufficiale delle Americhe che all'epoca ancora non si chiamavano tali, la successiva rivoluzione di Copernico, con il rinascimento, con Galileo Galilei ed a seguire con l'illuminismo, la rivoluzione francese e con la separazione del potere laico da quello religioso, l'occidente ha fatto quel magnifico cammino di civiltà, che lo ha portato fuori dagli anni bui del medioevo, alla definitiva separazione dalla religione, fino ad approdare alla dichiarazione ONU dei diritti universali dell'uomo e della donna del 10 dicembre 1948 ed alla presentazione dei diritti dell'uomo del terzo millennio, che per la prima volta nella storia dell'umanità, introduce il concetto nuovo di diritto di preservazione del pianeta e di tutte le sue forme di vita in quanto il pianeta è una entità giuridica vivente a sé.
Pertanto ecco la differenza irrecuperabile tra occidente ed oriente.
Differenze incolmabili, fino a quando i laici intimoriti e perseguitati nell'islam, non alzino la voce e si liberino della schiavitù imposta dal loro arcaico mondo culturale religioso che nei fatti ne ha vietato e ne vieta ancora ogni sviluppo civile ed ogni cammino del progresso del pensiero e delle scienze.
Essi hanno un lungo viaggio da fare .
La faranno ?
Questa è una scommessa che ci lascia ancora senza esito alcuno.
Lo sarà nei secoli a venire ?
Non lo sappiamo .
Qualche tentativo fallito è stato abbozzato dalla rivoluzione iraniana sciita che non ha approdato a nulla .
Infatti sin dall'inizio della rivoluzione Sciita in Persia nel 1978, l'ayatollah Ruḥollāh Muṣṭafā Mōsavī Khomeynī (persiano: روح الله مصطفوی موسوی خمینی‎‎), capo spirituale e politico del suo Paese dal 1979 al 1989, nel suo governo, ovviamente di stampo religioso islamico Sciita, impostò uno stretto approccio fondamentalista ed instaurò un feroce regime intollerante in Iran, una linea di potere (definito, in maniera approssimativa, "teocratico") che sopravvive tuttora.
Nel programma iniziale aveva anche detto che l' Islam doveva portare ad un nuovo modello per lo sviluppo delle scienze sotto stretto controllo religioso.
Abbiamo visto che nell'area islamica ciò è molto difficile che possa avvenire per le imposizioni di fede coranica.
Questo enunciato è abortito subito ab-origine per stesso mandato della sua guida suprema , cioè egli stesso, Khomeini, con buona pace per la verifica della verità scientifica che stride con qualsiasi fede religiosa lo ha vietato.
Nessun paese islamico ha ad oggi sottoscritto la dichiarazione dei diritti universali dell'uomo del 10 dic. 1948 , nessun paese dell'ONU ha sottoscritto la dichiarazione dei diritti dell' Uomo del terzo millennio, la qual cosa porterà alla estinzione della vita sulla terra entro i prossimi 350 anni con buona pace di tutte le multinazionali del petrolio e delle signorie finanziarie e bancarie uniche responsabili della catastrofe.
Altro che corano.

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter