Perche’ l’Isis non si può abbattere ? Serve a mettere in moto l’economia occidentale

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter  

L'Isis fa comodo a quasi tutti i paesi dell'ONU.
Petrolio a 40 dollari il barile, vendita di armi a go go .
Molti paesi direttamente o indirettamente finanziano l'Isis. Attraverso le banche turche fiumi di danaro passano indisturbati al califfato con la benedizione di Erdogan , il primo a fare affari d'oro con il califfo. Anche l'Italia fa affari d'oro con la vendita delle armi e con altro.
Nessun paese ha bombardano pozzi petroliferi e raffinerie dell' Isis efficacemente . Del resto, ben se ne guardano dal farlo . La gallina dalle uova d'oro va rafforzata e protetta, altrimenti si perde la grossa occasione di spillare petrolio gratis o quasi, dai paesi produttori controllati dal califfato.
Le notizie dei media occidentali ? Praticamente fasulle. Le masse dei popolani occidentali vengono convinte dai media locali, che non bisogna andare li a combattere il califfato con truppe di terra . Mai i bombardamenti da soli hanno risolto un conflitto nella storia di tutte le guerre. Figurarsi bombardamenti del tutto inefficaci come quelli riservati ai combattenti di Allah.
I bombardamenti da soli servono ad allungare il brodo in maniera tale che la gallina da spennare continui a fare le sue belle uova d'oro.
Ottimo il petrolio del califfato! E' benedetto da Allah .
I quattro dementi foreign - figthers che accorrono a morire per il califfato, sono vittime delle società petrolifere, delle corporations americane e delle signorie bancarie in realtà .
Totali ignoranti in buona fede insomma.
Sono gli utili idioti di turno, niente di più.
Qualcuno a qualche dubbio?
Del resto è vero che tutti fanno affari d'oro sottobanco con l'Isis con ogni tipo di fornitura , non solo con fornitura di armi.
Qualcuno spieghi alle masse popolari occidentali come mai l' Isis è super armato mentre gli oppositori sul campo, non hanno nemmeno le pallottole sufficienti per un caricatore per fermare i combattenti di Allah.
Non occorre aggiungere nulla a quanto scritto .
La realtà oggettiva è chiara a tutti, anzi chiarissima .

Condividi l'articolo
FaceBook  Twitter